Prova di Maturità 2019: come prepararsi e tutte le novità

0 Flares Facebook 0 LinkedIn 0 Twitter 0 Google+ 0 0 Flares ×

Prepararsi per tempo alla Prova di Maturità 2019 è molto importante. La seconda simulazione della Prima Prova scritta, che si terrà a partire dalle 8.30 del 26 marzo, conterrà tre diverse tipologie di traccia e il MIUR ha già divulgato quali.

11 Marzo iniziano i 100 giorni all’esame di Maturità 2019

Sono ufficialmente iniziati i 100 giorni alla maturità 2019. Molti di voi sono già in ansia in vista dell’esame di maturità 2019 che inizierà per tutti a partire dal 19 giugno, mentre altri stanno pensando a come festeggiare assieme ai compagni questo rituale che coinvolgerà circa 470mila studenti in tutta Italia, salvo ammissione all’esame, ovviamente.

L’ammissione all’esame finale infatti presuppone il requisito dei crediti scolastici che vanno da un minimo di 24 crediti ad un massimo di 40. Questi crediti sono assegnati in base al rendimento scolastico nell’ultimo triennio e vanno ad essere integrati con il punteggio finale dell’esame di maturità.

Come affrontare al meglio la Prova di Maturità 2019

Il 19 febbraio scorso si è svolta la prima simulazione della Prima Prova Scritta 2019. Il MIUR per facilitare il percorso che porterà gli studenti alle due prove finali, oltre all’orale, ha pubblicato sul suo sito ufficiale tre prove scritte per una durata massima di 6 ore:

  1. ANALISI E INTERPRETAZIONE DI UN TESTO LETTERARIO ITALIANO
  2. ANALISI E PRODUZIONE DI UN TESTO ARGOMENTATIVO
  3. RIFLESSIONE CRITICA DI CARATTERE ESPOSITIVO-ARGOMENTATIVO SU TEMATICHE DI ATTUALITA’

Queste tre tracce di italiano sono da intendere come un utile esercitazione per prepararsi al meglio all’esame finale. C’è da dire che gli Istituti scolastici non sono tenuti a far svolgere la Prova di Maturità 2019 obbligatoriamente il 26 marzo, ma di sicuro la maggior parte manterrà questo impegno.

Quali sono i criteri della griglia di valutazione per l’esame di Maturità 2019

La griglia di valutazione nazionale prevede l’assegnazione di un punteggio per 4 indicatori: comprendere (max 5 punti), individuare (max 6 punti), sviluppare (max 5 punti), argomentare (max 4 punti); il totale del punteggio per la griglia di valutazione viene calcolato nel modo seguente 5+6+5+4=20.

C’è inoltre una griglia integrata da utilizzare – segnalato dal sito del MIUR – nel caso in cui la prova coinvolga più discipline.

Diventa perciò essenziale prepararsi nel miglior modo a questa delicata prova. L’Istituto Leonardi offre una vantaggiosa opportunità per tutti coloro che desiderano sostenere delle esercitazioni mirate al superamento dell’esame di Maturità 2019.

Se anche tu vuoi avere maggiori possibilità di superare le prove scritte richiedi maggiori informazioni senza impegno. Tanti ragazzi come te hanno già scelto l’Istituto Leonardi per prepararsi all’esame di maturità.