Come si fa l’analisi del testo di maturità

2 Flares Facebook 0 LinkedIn 2 Twitter 0 Google+ 0 2 Flares ×

Tra qualche settimana si terrà la prima prova dell’esame di maturità 2016: sarà una sfida fra te e il foglio bianco e, nel caso tu abbia intenzione di fare colpo sugli esaminatori sviluppando una analisi del testo davvero ragguardevole, potrai trovare benefici in alcuni consigli su come esaminare un’opera poetica o letteraria nel migliore dei modi (oltre che nei suggerimenti che abbiamo già visto sull’abbigliamento più consono per l’esame di Stato e sui modi più efficaci per ripassare in vista dell’esame).

Consigli su come esaminare un’opera poetica o letteraria

Dopo i consigli per affrontare la prova di ragioneria, passiamo a parlare delle materie letterarie. L’analisi del testo ha lo scopo di verificare la padronanza da parte dello studente degli strumenti e delle tecniche necessarie per comprendere e commentare – sia dal punto di vista della forma che della sostanza – un’opera letteraria, attraverso una riflessione ben motivata sulla vera essenza dell’elaborato: devi essere perciò in grado di scalfire la superficie per cogliere le intenzioni, i riferimenti, il messaggio che l’autore intendeva comunicare ai propri lettori con tale scritto.

Individua l’ambito storico e geografico

Il testo deve essere sviscerato sia da un punto di vista strettamente inerente la forma espressiva che soffermandosi sull’ambito storico e geografico che ha contribuito alla sua genesi: era un periodo di guerre tra nazioni, di stravolgimenti politici o sociali oppure di drammi personali dell’autore? Simili circostanze devono essere portate alla luce per evidenziare importanti elementi del contesto nel quale l’opera è stata partorita: ricorda che la prova non è importante per l’analisi del testo in sé per sé ma per dimostrare la tua preparazione e la tua conoscenza delle materie di studio che hai affrontato.

Fai uno schema dei temi da trattare

Assieme al testo da analizzare troverai indicati gli argomenti che gli esaminatori si aspettano che tu approfondisca nell’elaborato: una pratica consigliata per assicurarsi di non perdere tempo prezioso e di non trascurare argomenti che possono contribuire a un buon punteggio, può consistere nel realizzare durante la prova un basilare schema dei temi da trattare per farti un’idea delle tempistiche entro cui dovrai sviscerare ciascuno di essi.

In questo modo non correrai il rischio di cadere vittima di ansia e frenesia per il maledetto ticchettio dell’orologio e non mancherai di dare il giusto peso ai ragionamenti sui quali ti senti vincente.

Spiega il messaggio che l’autore vuole comunicare

Per i testi poetici dovrai chiaramente eseguirne la parafrasi e spiegare le figure retoriche applicate per dimostrare che comprendi il senso dietro le parole e il messaggio comunicato dall’artista.

Cita altre opere dell’autore

Non deve mancare un parallelismo – o comunque un richiamo – con altre opere dello stesso autore, per evidenziare eventuali affinità – o, al contrario, differenze – nella visione dello scrittore tra l’una e le altre. Una persona infatti può cambiare anche radicalmente negli anni convinzioni politiche, la concezione della vita, le aspirazioni per se stesso e per il mondo che la circonda, ed evidenziare tali connessioni tra scritti appartenenti a periodi differenti può rafforzare la solidità delle posizioni espresse nella tua analisi, enfatizzare la tua capacità di individuare legami non evidenti a prima vista, comunicare ai tuoi esaminatori un’avanzata conoscenza del programma di studi e un’ottima capacità di sintesi espositiva.

Dì la tua: racconta la tua visione personale dell’opera

Ultima, ma non ultima per importanza, la tua personale visione dell’opera deve costituire il tratto caratteristico dell’analisi: potrai contraddistinguere il tuo elaborato da tanti altri grazie alla tua sensibilità unica, infondendo un giudizio maturato con cognizione di causa e magari, se le circostanze lo giustificano, portare alla luce un qualche genere di richiamo al mondo in cui viviamo: la Storia si ripete, sempre, e molto di rado le persone imparano dagli errori di chi le ha precedute.

Se hai bisogno di metterti alla prova su un testo sviscerato approfonditamente, qui trovi l’analisi di “Ammazzare il tempo” di Eugenio Montale, strutturata sotto forma di una serie di domande riguardanti la comprensione della forma, l’interpretazione dei contenuti e l’esposizione di un personale giudizio dell’esaminando.

E tu, cosa ne pensi?
Hai una particolare tecnica per affrontare l’analisi del testo di maturità? Raccontaci sui social o commentando questo articolo le tue aspettative, i tuoi dubbi, e naturalmente le tue opinioni!