Ritrovare la voglia di studiare: ecco alcuni consigli

0 Flares Facebook 0 LinkedIn 0 Twitter 0 Google+ 0 0 Flares ×

Ci sono quei momenti nei quali la voglia di studiare decisamente latita.

Fare una passeggiata, guardare la TV, chattare, leggere, qualsiasi cosa sembra meglio di restare immobili a fissare quelle pagine che sembrano interminabili.

Eppure, occorre prepararsi per l’esame di recupero oppure per le nuove materie dell’anno scolastico alle porte., senza sprecare tempo prezioso

Come fare a ritrovare la voglia di studiare quando proprio non ce la facciamo?

Ecco alcuni consigli di Istituto Leonardi!

Come ritrovare la voglia di studiare con alcuni accorgimenti

1) Rendi il tuo luogo di lavoro quanto più accogliente possibile

Chi si sentirebbe a proprio agio nello studiare in un ambiente sporco e disordinato, disturbato dal rumore e interrotto da molteplici fonti di distrazione?

Preoccupati di sgombrare la scrivania da tutto ciò ti da fastidio quando devi disporre i libri oppure prendere appunti. Il materiale da mettere in ordine ti aiuta a concentrarti e a focalizzare la tua attenzione sui libri da studiare.

Assicurati di avere a disposizione tutto ciò che ti occorre per concentrarti al massimo delle tue possibilità: caffè, penne e matite, blocchi degli appunti, post it, evidenziatori, bottiglie d’acqua, spuntini, e tutto quanto ti eviterà di alzarti più volte inutilmente.

Ricordati di impostare la suoneria del cellulare come silenziosa per non distrarti con le chiamate in arrivo, così come per non disturbare nessuno se stai studiando in biblioteca.

Meglio ti concentri, meno tempo ti occorrerà per finire gli studi.

2) Stabilisci una tabella di marcia

Nessuno ha voglia di studiare all’infinito se si aspetta di doverlo fare senza interruzione.

Quanto sarebbe meglio assicurarsi di poter finire in tempo una volta stabilito un buon piano di lavoro.

Puoi dividere le pagine da affrontare in numero uguale per ogni giorno di studio fino a una certa data prima dell’esame (ad esempio una o due settimane prima) in modo tale da poter mentalmente tenere traccia dei progressi.

Se ti avvali di un calendario oppure di un altro supporto puoi tenere davanti agli occhi qualcosa che ti ricordi il tempo trascorso e quello ancora a disposizione, per dividere il carico di lavoro in maniera equilibrata.

Se segui una tabella di marcia troppo rigorosa rischi di esaurire le forze troppo in fretta.

Molto meglio ricordarsi di svolgere delle pausa a intervalli regolari per non affaticarti troppo.

Ogni sessione di studio che ti prefiggi deve avere degli obiettivi precisi e concreti che, sommati, ti permettono di completare il piano di studi nelle scadenze prefissate.

Ad esempio, potresti stabilire di completare ogni settimana un certo numero di capitoli in maniera tale da avere sempre presente il grado di avanzamento del lavoro.

Puoi impostare la sveglia per ricordarti di tanto in tanto di interrompere lo studio e dedicarti a qualche lettura o svago più rilassante, in modo tale da riposare la mente e riprendere la concentrazione qualche minuto dopo.

Se vuoi alleviare lo stress fai bene ad ascoltare della musica piacevole che ti permetta di allentare un po’ la tensione e di focalizzare la tua concentrazione.

3) Concediti un sistema di ricompense

Hai presente che studi molto meglio quando ti senti gratificato? Anche se studi per te stesso, puoi garantirti una serie di piccole ricompense in modo da sentirti appagato man mano che raggiungi i tuoi obiettivi.

Puoi concederti uno snack o un po’ di frutta per interrompere lo studio, una passeggiata, qualche minuto di social network, di videogame o di televisione per riposare un po’.

Per mantenere la volontà di studiare forte nel tempo pensa quindi a divertirti un po’ per volta, senza esagerare, ma abbastanza da recuperare le energie.

Naturalmente, tieni sempre a mente la famosa tabella di marcia per non rischiare di restare indietro con il tuo programma!

4) Studia con un amico

Perché devi sobbarcarti tutta la fatica dello studio?

Non sarebbe meglio vederti con qualche amico per studiare insieme e agevolare il lavoro?
Se hai bisogno di aiuto, puoi metterti d’accordo con i tuoi compagni di classe per ripassare le materie sulle quali hai maggiori difficoltà, cimentarti nelle esposizioni orali per prepararti alle interrogazioni, colmare le lacune che possono emergere mentre si ripassa insieme.

E tu, che cosa ne pensi?.Quali sono le strategie che adotti per mantenere sempre alta la voglia di studiare? Commenta questo articolo oppure le nostre pagine social per raccontarci la tua opinione!