Come festeggiare 100 giorni dall’esame di maturità

2 Flares Facebook 0 LinkedIn 2 Twitter 0 Google+ 0 2 Flares ×

Lunedì 13 marzo 2017, per chi studia, è una data da segnarsi sul calendario: mancano esattamente 100 giorni all’Esame di Maturità 2017, poco più di tre mesi per tuffarsi nello studio e uscirne vincitori a giugno.

Bando all’incertezza e alle preoccupazioni, oggi è una giornata di svago, non bisogna pensare a libri, a test e interrogazioni, in questo giorno devi concentrarti solamente sul divertimento, sullo scaricare la tensione accumulata, ma soprattutto sul festeggiare in maniera indimenticabile l’inizio del conto alla rovescia che ti introduce alla grande prova!

Come celebrare adeguatamente lo spartiacque appena varcato?

Se sei uno studente lavoratore sappiamo che non avrai molto tempo da dedicare al divertimento, ma perché non entrare negli ultimi 100 giorni prima della maturità con lo spirito giusto? Festeggia in famiglia con una bella cena o prenota un bel weekend fuori porta per rilassarti un po’ prima di tuffarti nello studio serale.

Se sei tra gli studenti in corso, come i nostri studenti del paritario, siamo certi che con i tuoi amici e compagni di classe tu abbia già pianificato qualcosa, ma le alternative di certo non lesinano.

È la notte, anziché il giorno, ad attrarti? Qualche ora di puro divertimento nei locali notturni servirà a consacrare il traguardo raggiunto e a celebrare l’impegno che spenderai nel nuovo trimestre di studi.

Vuoi cambiare aria per un po’? Una gita fuori porta ti permetterà di distenderti come meriti oppure – se non hai modo di spostarti – potrai approfittare di questa giornata libera per cominciare fin da ora a pianificare le mete più indicate per il viaggio di maturità, per figurarti già a bagnarti nel mare località balneari che ti hanno sempre ammaliato.

Per alcuni i 100 giorni alla maturità sono fonte di preoccupazione e cercano un Santo a cui rivolgersi e riti portafortuna per ottenere il voto desiderato.

Nel primo caso, ci sono tanti Santi protettori degli studenti ai quali puoi rivolgerti, a seconda del tuo grado di preparazione: a partire da Santa Rita da Cascia, patrona delle cause impossibili, passando per San Giuseppe da Copertino patrono degli studenti in crisi, fino ad arrivare a San Giovanni della Croce, protettore di poeti e letterati, al quale puoi affidarti, se sai già tutto, per trovare l’ispirazione.

Sei un tipo che preferisce incrociare le dita e sperare per il meglio? Puoi sempre cimentarti in uno dei riti scaramantici degli studenti per assicurarti un po’ di fortuna extra: siamo certi che tu abbia già ingranato la marcia giusta per fare faville a tutte le prove, ma a un aiuto dall’alto di certo non si dice di no!

Come stai vivendo il traguardo dei cento giorni all’esame di maturità?
Provi paura, trepidazione o tiepida indifferenza?
Commenta questo articolo e raccontaci la tua esperienza!